Grande successo delle Giornate europee del Patrimonio.

Grande successo delle escursioni guidate sul sentiero naturalistico ed archeologico della Sella del Diavolo promosse dalle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico nell’ambito delle Giornate europee del Patrimonio: oltre 250 partecipanti di tutte le età, in maggioranza cagliaritani, hanno potuto conoscere ed apprezzare i valori naturalistici, paesaggistici e storico-culturali della Sella del Diavolo, uno dei “gioielli” ambientali e culturali di Cagliari. Grande e palpabile la soddisfazione degli escursionisti.  Due le escursioni guidate, partite alle ore 17.00 di sabato 27 settembre ed alle 10.00 di domenica 28 settembre 2008 presso il Piazzale di Cala Mosca.   Le due escursioni sono state illustrate dalle guide volontarie che curano il programma escursionistico finalizzato a far conoscere gli incomparabili valori naturalistici, paesaggistici e storico-culturali di uno dei luoghi più suggestivi della Sardegna.  Bissato il successo delle Giornate europee del Patrimonio nel 2007.

                 Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

Giornate europee del patrimonio.

Il 27 e il 28 settembre 2008 l’Italia partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio con lo slogan: “Le grandi strade della cultura: viaggio tra i tesori d’Italia” .   Per due giorni l’Italia si trasformerà in un grande teatro aperto gratuitamente a tutti, dove centinaia di palcoscenici, sparsi in ogni regione, metteranno in scena, la bellezza, la storia e la cultura del nostro paese. Una festa che si traduce in molteplici modi: aperture di luoghi d’arte, presentazione di restauri e lavori in corso, percorsi naturalistici e storici, convegni di approfondimento, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche, itinerari gastronomici e soprattutto iniziative nell’ambito della didattica.    Le Giornate Europee del Patrimonio sono state istituite ufficialmente nel 1991, quando i Ministri della Cultura del Consiglio d’Europa decisero di estendere a tutta l’Europa le “giornate a porte aperte”, inaugurate in Francia nel 1984. Le Giornate, volute per valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico, per sviluppare nei cittadini europei la consapevolezza delle proprie radici comuni, sono un’occasione per condividere la straordinaria ricchezza del continente in cui viviamo e per imparare a conoscere ciò che è fonte di storia e identità: un’opportunità di sviluppo e creatività, nella convinzione che ogni esperienza genera passione e rispetto per ciò che si conosce.
In tutta Europa dunque, per le Giornate Europee del Patrimonio, durante un fine settimana del mese di settembre o di ottobre, monumenti, palazzi e aree culturali, alcuni abitualmente chiusi, si aprono gratuitamente al pubblico, si organizzano eventi e si propone ai cittadini di scoprire e vivere il proprio patrimonio e di diventare parte attiva nella sua salvaguardia e valorizzazione per trasmetterlo alle generazioni future.    L’Italia partecipa alle Giornate dal 1995 e ogni anno dedica all’iniziativa l’ultimo sabato e domenica del mese di settembre. Da tredici anni quindi, le Giornate sono diventate un evento sempre più atteso dal pubblico italiano, con un programma che si è andato arricchendo nel tempo, grazie al numero dei luoghi aperti e visitabili gratuitamente.  All’iniziativa aderiscono anche il Ministero degli Affari Esteri – con gli Istituti Italiani di Cultura all’estero – il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Protezione Civile – con i propri volontari su tutto il territorio nazionale – le Regioni, gli Enti Locali, organizzazioni private, associazioni e, per la prima volta quest’anno, anche il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e L’Immigrazione – Fondo Edifici di Culto (FEC).

Anche quest’anno inoltre, le Giornate Europee del Patrimonio vedono accanto al Ministero per i Beni e le Attività Culturali due partner d’eccezione: il F.A.I. – Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia che con la scelta di oltre 250 beni monumentali di rilevante interesse, situati in prossimità della rete autostradale,contribuiscono ad accrescere l’offerta culturale.  Per l’occasione è stato, inoltre, creato un sito dedicato alle Giornate Europee del Patrimonio, dal quale è possibile visionare schede dettagliate degli eventi, una selezione di appuntamenti di particolare rilievo,  e qualsiasi tipo di informazione inerente alla manifestazione europea. Il link diretto è il seguente: www.beniculturali.it/giornate_europee_08/index.html  

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, come già nel 2007, partecipano alle Giornate europee del Patrimonio con l’escursione guidata sul sentiero naturalistico ed archeologico della Sella del Diavolo, con partenza alle ore 17.00 di sabato 29 settembre ed alle 10.00 di domenica 30 settembre 2007 presso il Piazzale di Cala Mosca, a Cagliari.   Le due escursioni saranno illustrate dalle guide volontarie che curano il programma escursionistico finalizzato a far conoscere gli incomparabili valori naturalistici, paesaggistici e storico-culturali di uno dei luoghi più suggestivi della Sardegna.

          Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

Estate sulla Sella del Diavolo.

L’estate sulla Sella del Diavolo è stata molto intensa e divertente, soprattutto grazie ai turisti e ai curiosi che hanno voluto scoprire una delle zone più suggestive di Cagliari e ammirare un panorama mozzafiato.

Nei mesi di luglio e agosto, abbiamo accompagnato, grazie alle guide turistiche Claudia Ghiani, Laura Lecca,  Cristiana Puddu, Claudia Massidda, Natasha e Valentina Sebis, Francesca Zedda, alcuni gruppi di turisti che hanno deciso di abbandonare per qualche ora la comoda e splendida nave da crociera che li ospitava, per passeggiare tra la fitta vegetazione della Sella; una cinquantina di studenti universitari provenienti da mezza Europa, a Cagliari per un incontro organizzato dall’A.E.G.E.E., l’associazione degli studenti di giurisprudenza europei. Il loro entusiasmo per la storia della Sella del Diavolo e lo stupore nei loro occhi davanti a tante bellezze naturali, ci hanno dato tanta soddisfazione e ci hanno fatto comprendere sempre più quanto sia importante e giusto far conoscere quel piccolo gioiello cittadino alle persone amanti della natura e della storia. Lo scorso 23 agosto abbiamo, inoltre, dato il nostro contributo alla campagna di sensibilizzazione organizzata dalla Conservatoria delle coste della Sardegna, distribuendo i “portacicche” ai bagnanti della spiaggia di Cala Mosca (la spiaggia situata sul lato occidentale del promontorio) con un riscontro molto positivo sia da parte dei fumatori che dei non fumatori, esasperati dalle cicche abbandonate dai maleducati sulle spiagge.

Per questo mese di settembre, le guide accompagneranno sulla Sella un gruppo di studenti tedeschi, nell’ambito dei gemellaggi organizzati dall’Istituto tecnico linguistico “G. Deledda” e, naturalmente, chiunque vorrà trascorrere qualche ora a contatto con la natura, per guardare Cagliari dall’alto e fermarsi ad ammirare il confine tra mare e cielo. Per qualunque informazione potete contattarci all’indirizzo che trovate nel box a destra e, nel caso decideste di fare una gita insieme a noi, vi consigliamo di indossare un paio di scarponcini che vi proteggano da rami sporgenti e slogature!