Giornate europee del Patrimonio sulla Sella del Diavolo!

 

Cala Mosca e vegetazione

Il 25 e il 26 settembre 2010 l’Italia partecipa alle Giornate europee del Patrimonio.  

Per due giorni l’Italia si trasformerà in un grande teatro naturale e culturale aperto gratuitamente a tutti, dove centinaia di palcoscenici, sparsi in ogni regione, metteranno in scena, la bellezza, la storia e la cultura del nostro paese. Una festa che si traduce in molteplici modi: aperture di luoghi d’arte, presentazione di restauri e lavori in corso, percorsi naturalistici e storici, convegni di approfondimento, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche, itinerari gastronomici e soprattutto iniziative nell’ambito della didattica.   

Le Giornate Europee del Patrimonio sono state istituite ufficialmente nel 1991, quando i Ministri della Cultura del Consiglio d’Europa decisero di estendere a tutta l’Europa le “giornate a porte aperte”, inaugurate in Francia nel 1984. Le Giornate, volute per valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico, per sviluppare nei cittadini europei la consapevolezza delle proprie radici comuni, sono un’occasione per condividere la straordinaria ricchezza del continente in cui viviamo e per imparare a conoscere ciò che è fonte di storia e identità: un’opportunità di sviluppo e creatività, nella convinzione che ogni esperienza genera passione e rispetto per ciò che si conosce.
In tutta Europa dunque, per le Giornate Europee del Patrimonio, durante un fine settimana del mese di settembre o di ottobre, monumenti, palazzi e aree culturali, alcuni abitualmente chiusi, si aprono gratuitamente al pubblico, si organizzano eventi e si propone ai cittadini di scoprire e vivere il proprio patrimonio e di diventare parte attiva nella sua salvaguardia e valorizzazione per trasmetterlo alle generazioni future.   

L’Italia partecipa alle Giornate dal 1995 e ogni anno dedica all’iniziativa l’ultimo sabato e domenica del mese di settembre. Da quindici anni quindi, le Giornate sono diventate un evento sempre più atteso dal pubblico italiano, con un programma che si è andato arricchendo nel tempo, grazie al numero dei luoghi aperti e visitabili gratuitamente.  All’iniziativa aderiscono anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, le Regioni, gli Enti Locali, organizzazioni private, associazioni ecologiste, culturali, di volontariato.

escursionisti sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, come già nel 2007, nel 2008 e nel 2009, partecipano alle Giornate europee del Patrimonio con l’escursione guidata sul sentiero naturalistico ed archeologico della Sella del Diavolo, con partenza alle ore 10.00 di sabato 25 settembre ed alle 10.00 di domenica 26 settembre 2010 presso il Piazzale di Cala Mosca, a Cagliari.   Le due escursioni saranno illustrate dalle guide volontarie che curano il programma escursionistico finalizzato a far conoscere gli incomparabili valori naturalistici, paesaggistici e storico-culturali di uno dei luoghi più suggestivi della Sardegna.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

qui il programma completo degli eventi in tutta Italia

qui il programma completo degli eventi in Sardegna

Annunci

2 thoughts on “Giornate europee del Patrimonio sulla Sella del Diavolo!

  1. da La Nuova Sardegna, 20 settembre 2010
    Week end «europeo». Le Giornate del patrimonio sulla Sella.

    CAGLIARI. Il 25 e il 26 settembre saranno le Giornate europee del patrimonio, manifestazione istituita ufficialmente nel 1991 quando i ministri della Cultura del Consiglio d’Europa decisero di estendere a tutta l’Europa le giornate a porte aperte inaugurate in Francia nel 1984. L’Italia partecipa alle Giornate dal 1995 e ogni anno dedica all’iniziativa l’ultimo fine settimana di settembre, il sabato e la domenica. Gruppo di intervento giuridico e Amici della Terra partecipano organizzando le escursioni guidate nel sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo. Sabato si parte alle 10, stesso orario per la domenica, l’appuntamento è nel piazzale di Calamosca a Cagliari. Il sentiero della Sella del Diavolo regala un colpo d’occhio impressionante sull’intero Poetto e sul retroterra, si vedono i basamenti del tempo fenicio punico di Astarte, il pozzo che aveva dato nome alla spiaggia del Poetto, un pezzo di selciato di una strada romana, una grande cisterna punica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...